Elettrodomestici in cucina: 5 consigli per un corretto funzionamento

La cucina è l’ambiente della preparazione dei cibi, composto da elettrodomestici indispensabili per la conservazione e la cottura dei prodotti. Un corretto funzionamento degli apparecchi è quindi importante per cucinare senza problemi ed è anche utile per risparmiare in bolletta. Succede spesso infatti che un utilizzo errato dell’elettrodomestico o un malfunzionamento non rilevato possano causare un maggiore consumo di energia e una precoce usura. Abbiamo perciò pensato a 5 consigli per un corretto funzionamento degli elettrodomestici in cucina che aiuteranno ad abbassare i consumi e a ridurre le possibilità di guasti e malfunzionamenti.

Consultare il libretto delle istruzioni

Può sembrare un consiglio banale, ma il libretto delle istruzioni è fondamentale per conoscere l’elettrodomestico che si ha in casa. In commercio ci sono numerosi modelli, ognuno con le proprie specificità e pensare di conoscere tutte le funzioni senza consultare la guida è quasi impossibile. Consultare quindi il manuale delle istruzioni ad esempio quando c’è una spia rossa del congelatore accesa è il primo passo per capire cosa succede e se c’è la possibilità di risolvere in maniera autonoma. Il consiglio è di leggere la guida già al momento dell’acquisto per capire come gestire la manutenzione e quali sono le caratteristiche, e poi di tenerlo sempre a portata di mano, anche in versione digitale sullo smartphone, e sfogliarlo quando si presentano dubbi sul funzionamento.

Occhio alla manutenzione

La manutenzione periodica degli elettrodomestici da cucina è cruciale per il suo corretto funzionamento. Consente infatti di tenere sempre puliti i filtri che, se intasati, potrebbero generare un consumo eccessivo di energia, e, nel caso del frigorifero ad esempio, permette di mantenere inalterato il microclima interno evitando l’accumulo di batteri e sostanze che potrebbero compromettere la conservazione dei cibi. Il consiglio è di organizzare un calendario di manutenzioni periodiche, seguendo le indicazioni dell’assistenza o del libretto delle istruzioni e di effettuare dei controlli sul corretto funzionamento se si notano delle anomalie. Intervenire con tempestività è il segreto per evitare problemi peggiori.

Selezionare i prodotti adatti

Per la pulizia degli elettrodomestici e per il lavaggio bisogna selezionare i prodotti più adatti, evitando sostanze troppo aggressive che potrebbero danneggiare l’elettrodomestico. Per la lavastoviglie ad esempio, oltre a controllare che la vasca del sale sia sempre piensa, è consigliato utilizzare dei detersivi delicati, che non vanno ad intasare il filtro e gli ugelli erogatori dell’acqua. Sono utili inoltre l’anticalcare e il brillantante per mantenere il vano sempre pulito e disinfettato.

Tecnologia come valido supporto

Un valido supporto per il corretto funzionamento degli elettrodomestici in cucina arriva dalla tecnologia, grazie alla domotica che permette il controllo a distanza di elettrodomestici e di impianti con app dedicate. In questo modo si potrà sempre conoscere lo stato di salute dell’elettrodomestico e impostare programmi di lavaggio, temperature interne per frigoriferi e congelatori e programmare anche cotture intelligenti senza sprechi.

Evitare abitudini scorrette

L’efficienza di un elettrodomestico passa anche da un’attenzione all’utilizzo. Ci sono infatti delle abitudini scorrette che alla lunga provocano malfunzionamenti. Azionare la lavastoviglie con poco carico ad esempio provoca un intasamento dei filtri per via del detersivo in eccesso e anche uno spreco d’acqua. Lasciare il forno acceso tanto tempo prima di inserire la pietanza da cuocere causa una sollecitazione superflua della resistenza e un consumo di energia inutile. Consigliamo quindi di avere molta cura nell’utilizzo di ogni apparecchio perché questo aiuta ad allungare la vita agli elettrodomestici in cucina.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.