NASA, è ufficiale: dal 2020 aprirà la Stazione Spaziale Internazionale

La NASA ha comunicato una novità davvero molto interessante. Dal 2020 in avanti ci sarà la possibilità di farsi un bel viaggio sulla Stazione Spaziale Internazionale. Sì, avete capito perfettamente: la Stazione Spaziale Internazionale sarà aperta al pubblico: non solo ai privati, ma anche ovviamente alle aziende.

Tante persone erano così convinte di tale possibilità che hanno addirittura scommesso una bella somma. Al giorno d’oggi, scommettere online è molto semplice, visto che si possono trovare le quote migliori anche dal proprio smartphone e tablet. Insomma, divertirsi con tutti i giochi d’azzardo online sicuri da provare è possibile in qualsiasi momento e luogo, grazie alla moltiplicazione delle app per device mobili dedicate a questo settore.

Quindi, tutte le realtà commerciali potranno finalmente sfruttare la ISS anche per il turismo spaziale, oltre che, ovviamente, per la ricerca. La notizia è certamente di quelle che fanno scalpore: la NASA ha ufficialmente tolto i veli a questa nuova iniziativa che porterà a sfruttare la stazione per scopi commerciali. E ci è voluto ben poco per la pubblicazione del tariffario per tutti coloro che vorranno entrare nei vari spazi che si trovano nell’orbita bassa del nostro pianeta.

NASA; ecco quanto costa l’ingresso nella Stazione Spaziale Internazionale

In riferimento alle merci, un trasporto cargo che mirerà allo spazio avrà un prezzo pari, almeno, a 3 mila dollari al chilo. Per l’operazione di distruzione dei vari prodotti, invece, sarà necessario sborsare ulteriori 3 mila dollari al chilo. Riportare gli oggetti stessi sul nostro pianeta? Un’altra tariffa salatissima, che si aggira intorno ai 6 mila dollari al chilo.

Insomma, si tratta di un turismo spaziale a tutti gli effetti: chi vorrà entrare all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, dovrà semplicemente scucire un bel po’ di soldi. In riferimento alle persone, però, il costo si alza notevolmente, dal momento che i prezzi partono da 11500 dollari al giorno per un servizio basico, fino ad arrivare ai 22500 dollari che sono necessari per poter avere accesso anche ad altri servizi aggiuntivi, come ad esempio kit medici, provviste, pasti e anche una sorta di palestra.

Due missioni di turismo spaziale all’anno

Come è stato specificato da parte della NASA, verranno organizzate due missioni di turismo spaziale, di durata breve, all’anno. Come si arriverà fino a quella meta? Grazie ad un veicolo del tutto particolare che è stato realizzato all’interno del programma denominato Commercial Crew.

Spostando l’attenzione sugli impieghi commerciali legati alla Stazione Spaziale Internazionale, la NASA ha voluto inserire dei veri e propri vincoli in riferimento alle varie attività che possono essere portate a termine durante la missione e dovranno, ovviamente, rispettare le linee guida previste. In ogni caso, dovranno essere in grado di trasmettere adeguati stimoli per aumentare lo sviluppo del settore, ma al contempo dovranno avere un ambiente a gravità zero.

Le aziende private potranno “attraccare” alla Stazione Spaziale Internazionale in modo davvero semplice. Infatti, la stessa ISS ha deciso di mettere a disposizione uno specifico modulo di attracco che verrà collocato nella parte esterna della stessa Stazione.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *