Quote scudetto 2019 già disponibili

Il campionato di Serie A 2017 – 2018 è terminato con il settimo scudetto consecutivo dei bianconeri della Juventus e forse bisogna partire proprio dall’eventualità che la Juventus riconfermi il trend, portando a casa l’ottavo scudetto consecutivo, record assoluto in Italia. Pre match, quello che si prospetta con le quote, con i bookmakerse sites, è una testa di classifica a tre con la Juventus irrefrenabile e a provare a porre freno subito dopo le squadre di Napoli e Roma e a loro seguono Inter,  Milan e Lazio.

Le quote della serie A 2018/2019

L’eventualità dell’ottavo scudetto della Juventus anche per i  bookmakers è altamente verificabile con quota 1,75. A seguire nella classifica delle probabili vincitrici dello scudetto 2018 – 2019 troviamo la Roma che pagherebbe 6 volte la posta messa in gioco esattamente con la stessa quota il nuovo Napoli di Mister Ancelotti , tra tante incognite per il nuovo corso, pagherebbe comunque 6 volte la posta. Dopo il quarto posto conquistato in extremis l’ultima giornata dello scorso campionato, in casa della Lazio, in una sfida da dentro o fuori, l’Inter, ipotetica vincitrice del campionato 2018 2019 si attesta a quota 8.00, quasi a voler predire la riconferma del quarto posto anche in questa competizione. Per la sponda rossonera di Milano, il Milan, grazie anche ai rinforzi arrivati dalla professionalità di Rejna, Higuain e Caldara la quota per la vittoria del campionato è fissata a 12.00. molto più indietro tutte le altre squadre, a partite dalla Lazio, che si attesta per la vittoria del campionato a quota 50.00, non proprio una quota da favorita, nemmeno tra le prime 4 dea serie.

E in Champions League?

Le italiane in Champions come sono quotate? In attesa di conoscere l‘esito dei sorteggi dei gironi sembrerebbe che i tren rispetti i posizionamento del campionato. Grazie al rinforzo di CR7 dal Real Madrid la Juventus è sicuramente una papabile, outsider vincitrice della competizione. Napoli e Roma grandi incognite viste le buone gare disputate nelle edizioni precedenti. In bocca al lupo Inter che vedrà la propria stagione tra e grandi d’Europa dalla quarta fascia e dunque, tutto sarà legato ai sorteggi, consapevoli di dover affrontare sicuramente una tra le 8 big.

Amazon prime’s day, com’è andata?

Benissimo! E a dirlo è proprio il colosso di Amazon, confermando che quello del 2018 è stato il migliore rispetto ad ogni altro anno precedente.  Nei giorni  15 e 16 luglio Amazon, il più grande sito di e-commerce al mondo, ha messo degli sconti su milioni di prodotti per incentivare gli acquisti nel cosiddetto prime day. In pratica una due giorni di sconti e offerte eccezionali per tutti i clienti abbonati proprio al servizio prime di Amazon. Secondo Amazon il Prime Day è stato il più grande di sempre nonostante alcuni problemi tecnici.

Amazon Prime day, i problemi

Lunedì e martedì Amazon, il più grande sito di ecommerce del mondo, ha fatto sconti sui prodotti in tutto il mondo per il cosiddetto “Prime Day”, due giorni di offerte per i clienti abbonati al servizio Prime. Secondo Amazon, il Prime Day quest’anno è stato «il più grande di sempre», anche se in molti hanno notato che è coinciso con alcuni grossi problemi e non sono stati diffusi dati precisi sulle vendite. Il problema più evidente è stato che il sito di Amazon ha avuto malfunzionamenti in molti paesi del mondo, Stati Uniti e Italia compresi. Lunedì mattina, cioè nelle prime ore del Prime Day, migliaia di utenti hanno segnalato difficoltà ad accedere alle offerte o anche solo a lasciare la pagina principale. Gli screenshot delle pagine di errore – che su Amazon contengono varie foto di cani – si sono accumulate sui social network, e Amazon ha risposto ammettendo di avere difficoltà tecniche, aggiungendo che ciò nonostante le vendite nelle prime ore del Prime Day negli Stati Uniti erano state superiori a quelle degli anni precedenti.

In italia

In Italia, il prime day è stato un modo per rilanciare il nuovo metodo di far compere, egemone si in America e in molte parti del mondo, ma non ancora ne bel paese. I dati, anche in questo caso, con offerte importanti e vicine anche all’80% per gli abbonati prime day, hanno confermato il trend mondiale, e l’Italia si è aggiunta a tutti gli altri paesi per il miglio Prime day di sempre.