Come far durare a lungo la batteria dello smartphone

Per le prestazioni sempre più elevate e la maggiore richiesta di potenza da parte degli utenti, oltre al continuo utilizzo degli smartphone quello della batteria e della sua durata è diventato un vero e proprio problema. Senza accorgercene siamo stati per ore a navigare o a guardare video e nel momento esatto in cui abbiamo bisogno primordiale di effettuare una telefonata il nostro smartphone decide di abbandonarci. Ma ci sono alcuni modi per assicurarsi una durata più lunga della batteria, vediamoli insieme.

Quando ricaricare

Le batterie moderne al litio durano di più se si evita di scaricarle completamente o caricarle eccessivamente, più e più volte. Per prolungare l’esistenza della batteria, la soluzione consigliata è mantenere quest’ultima sempre tra a un livello tra il 30% e l’80%, evitando di scendere sotto il 20%. Meglio cercare di stare sempre attorno al 50% con piccole ricariche giornaliere senza uscire dai parametri consigliati.

Ricarica completamente

Quella della ricarica completa è invece un iter da ripetere e una volta al mese. Così facendo si garantisce il modo più efficace per mantenere viva e duratura la vita di una batteria.

Le ricariche notturne

La controindicazione nel caso delle ricariche notturne, e del dispositivo sempre collegato per molte ore, è rappresentata dalla temperatura, che potrebbe salire sino a temperature altissime se il dispositivo restasse collegato tutta la notte col serio rischio di danneggiarla in maniera irreversibile.

Il modo di conservazione

La batteria consuma in media, sino a perdere tra il 5 e il 10% al mese del suo livello ottimale, e potrebbe non essere più in grado di immagazzinare energia se la carica è completamente esausta per troppo tempo. Un discorso si valido per il telefono ma anche per altri oggetti di cui non si fa un uso costante nel quotidiano come navigatori satellitari, batterie esterne, vecchi smartphone, tablet, e-reader e tutti quegli oggetti che non usiamo e quindi non ricarichiamo con una certa regolarità.

3 consigli per scommettere sui mondiali di Russia 2018

Aperto il sipario su Russia 2018, che conta già alcune gare disputate, l’Italia è fuori, ma di certo se mancheranno alcune importanti situazioni sociali a cui eravamo abituati con parenti e amici, non mancherà il gusto sano di rendere più interessante ogni match pronosticando le vittorie e cercando di fare cassa. Trovare una fonte di notizie autorevole e sempre aggiornata come www.codicebonusstranieri.com  per la giusta scommessa è molto importante. Ma anche avere  informazioni come le seguenti è molto importante se si vuole pronosticare esattamente il risultato finale della partita così da effettuare una puntata vincente.

Stato di salute dei giocatori

Importante conoscere le condizioni fisiche di un giocatore, in modo da essere sicuri che ogni singolo professionista possa dare il massimo nei 90 minuti di gioco. Le pessime condizioni o non ottimali non permetteranno ai giocatori di essere fondamentali nei momenti clou del match. Importante anche il clima che il giocatore dovrà affrontare in una nazione non sua, la Russia, senza molti tifosi e con terreni diversi che potrebbero non essere ideali per un determinato stile.

I riflettori del mondo 

Il mondiale è un evento che richiama l’interesse di milioni di amanti del calcio e non in tutto il mondo, oltre a richiamare l’attenzione degli scout per i club e per sferrare il colpo del calciomercato per la stagione successiva. Questi possono essere motivi che creano pressione mentale e ansia, che si verificano anche in giocatori con molta esperienza alle spalle. La paura di sbagliare o di commettere orrori paralizza ogni abilità di un buon giocatore, sia esso agli esordi o navigato.

Numero di presenza in nazionale

Si va a inserirsi comunque in squadre dove non si conoscono bene i compagni e nonè semrpe una situazione facile per un giovane calciatore. Le squadre che giocano nei mondiali di calcio, non sempre sono formate da giocatori che si conoscono. In alcuni casi, ci possono essere dei giocatori che sono scelti all’ultimo minuto dall’allenatore e ovviamente questo può modificare negativamente le prestazioni dei singoli e di tutta la squadra in campo, che aggiunta all’ansia e alla forma fisica possono bruciare milioni e milioni di scommesse pronosticate senza informazioni.

Una strategia per vincere alle scommesse sportive

Tra le passioni più amate degli italiani le scommesse sportive rappresentano ogni giorno tante occasioni di gioco per divertirsi e fare cassa. L’ovvietà è quella di minimizzare il margine di errore, in modo di aumentare ogni volta le possibilità di vittoria. Certo è che vincere alle scommesse si traduce in guadagno e se si vince spesso le scommesse possono diventare anche una vera e propria fonte di reddito. Per questo vogliamo parlare di alcune strategie basilari che possono essere applicate semplicemente in modo da avere un’entrata regolare che possa giovare in termini di percentuale sulle vincite. Vediamole insieme

Si scommette sempre con la testa e mai con il cuore

Una cosa che sembra ovvia ma degna di nota per la sua caratteristica quasi inconsapevole; si perchè se si scommette con il cuore l’attenzione e la tendenza delle scommesse verteranno sulla speranza che il proprio club faccia risultato o che si verifichi quello che abbiamo pronosticato. Ma non è questo il modo di scommettere. Si deve farlo basandosi sui dati, e sulle reali probabilità. Con il cuore si rischia di rimetterci la delusione dello sportivo e anche il portafoglio. L’intuizione magica ogni tanto ci sta ma ovviamente non ne fa una regola.

Informarsi è il modo migliore per vincere

Seguire i trend di ogni squadra, informarsi su ammoniti, squalificati, diffidati, stato di forma, eventi atmosferici, rapporti tra le tifoserie, necessità di classifica, storico degli scontri diretti, tutte informazioni disponibili su www.scommesselive.com  sono solo alcuni dei minimi aspetti essenziali chesi devono considerare prima di effettuare la propria giocata. Un giocatore informato, un giocatore che sa quello che fa ha sicuramente più probabilità di piazzare la scommessa vincente.

No alle multiple, meglio le singole

Le multiple fanno gola, certo. Più eventi si giocano più il moltiplicatore ci mostra somme invitanti e succulenti. Ma non viene mai considerato che più partite si giocano più diminuisce la probabilità di azzeccare ogni risultato, metti effetto sorpresa, anche quando si sceglie di giocare in multipla le cosiddette “Partite sicure”. Meglio allora le singole, o multiple con pochi eventi, è puro calcolo delle probabilità

Giocare online

I migliori bonus sono in rete, e anche i mercati con le migliori quote. Così è possibile giocare la stessa scommessa “fisica” in una ricevitoria con una differenza notevole sulla vincita potenziale. Quelle su internet sono scommesse che assicurano una più ricca vittoria.